Come in un gioco di palloncini volanti
vo osannando i miei pensieri...tra il dire ed il faceto.


Lettori fissi

martedì 13 giugno 2017

Disegnare




Oggi vorrei descrivervi cosa vuol dire per me creare un disegno...
È difficile esprimerlo con le parole.
Questo mio piccolo esempio digitale, forse, vi potrà in parte far comprendere.
L'emozione è grande, anzi le emozioni sono grandi...sì...emozioni, al plurale.
In un disegno vi è tutto l'insieme di ciò che portiamo dentro da sempre.
Le insicurezze, la voglia di riuscire, il non errare, il bisogno di fare qualcosa di bello per noi e per gli altri.
Nessun disegno può essere uguale agli altri. Ecco, la mia più grande gioia è poter fare qualcosa che nessuno potrà mai copiare, perché in quella cosa ci sei solo tu, tutta la personalità espressa con tratteggi, pennellate, ditate...ed ogni tipo di tecnica è tua, solo e soltanto tua...e non è poco, visto che ovunque vedo persone che si appropriano delle idee altrui. Dicono, a volte, che sia una cosa furba questa... chissà!
Comunque cercate il vostro personale disegno. Io lo faccio sempre e non mi sono mai pentita di ciò.

Con il cuore
Pia 



9 commenti:

Gus O. ha detto...

Disegnare, saper disegnare, è magnifico. Io non so farlo.
Ciao Pia.

MikiMoz ha detto...

Eheh, vero. Disegnare dovrebbe (potrebbe!) essere la formula della falicità :)

Moz-

Riccardo Giannini ha detto...

Sono un pessimo disegnatore, ahimè.

Ma quando ero bimbo, amavo disegnare. Riempivo agende e quaderni.

In più ti racconto questa, ti farà divertire.

A due anni venni lasciato per pochissimo da solo in salotto e preso dall'ispirazione disegnai con la pena dei camion (o meglio dei mezzi assomiglianti a salsicce con le ruote :D)sul muro.

Mi presi per la prima e l'unica volta i ceffoni da mio padre (la ceffonatrice ufficiale era infatti mamma :D), ma nel contempo passò del tempo prima di una riverniciatura. Alla fine quegli strani disegni, in mezzo ai quadri, non stavano malissimo :)

Riccardo Giannini ha detto...

* con la penna, ho perso una "n" per strada :D

Pia ha detto...

Gus...neanch'io so disegnare...quindi siamo in due.
A parte gli scherzi, lo sappiamo fare tutti, è come xon qualsiasi altra cosa...leggere, scrivere, ecc.
È come la dolce Pia (Stefania Sandrelli) in "Non ci resta che piangere" con la sua palla...bisogna provare, provare, provare...ahahahah...
Buona serata, ciao!

Pia ha detto...

Cavolicchio salato...non mi dire che siamo riusciti a trovare la fonte della felicità!?!?
Naaaaaa...ciao Miki, grazie!

Pia ha detto...

Riccardoooooo...non ti dico i disegni che facevo io sui muri iiiiiii...non ricordo di essere stata sgridata. Però mi ricordo che lo facevo spesso...ahahahah...
Con la pena o la penna è lo stesso...mi hai fatto ridere ugualmente. Grazieeeeee!

Riccardo Giannini ha detto...

Era un lapsus, nel senso che alla fine come disegni facevano pena :D e c'era la pena dei miei quando hanno visto il muro imbrattato:D

Pia ha detto...

Ahahahah...sei tremendo...ahahahah...ciauuuuu!