Come in un gioco di palloncini volanti
vo osannando i miei pensieri...tra il dire ed il faceto.


Lettori fissi

giovedì 1 novembre 2018

Informazione




Buonasera amici e conoscenti.
Volevo avvisarvi che da oggi questo blog sarà congelato per sempre.
Ho creato un nuovo blog dove ci saranno tutti gli argomenti che tratto divisi.
Per cui se volete ancora seguirmi venite qui.

Un forte abbraccio, ciao. 

lunedì 29 ottobre 2018

Perdono e rinascita




E di tutte le tempeste 
solo mi rimase 
quel perdono 
che nella distruzione 
si fa limite 
ed effetto. 
Distrutto tutto 
anche la natura rinasce. 


Pia 


Immagine dal web

Thomas Cole
The course of Empire 
1836 

domenica 21 ottobre 2018

Boh! Non so che canghero ho scritto. Vo farneticando...




Quel che mi fa sorridere nel web è il fatto che spesso non conosciamo noi stessi ed allora cerchiamo punti di riferimento ed esempi che si possano avvicinare a ciò che crediamo di noi. 
Quindi ecco che postiamo immagini di donne ed uomini particolari. 
Visto che son donna...almeno così mi sembra...eheheheh...scriverò al femminile ma voi potrete trasporre tutto al maschile, nel limite del possibile. 
Tornando al discorso, per meglio capire e conoscerci, postiamo donne eleganti o sensuali oppure eccentriche ed ancora semplici. 
Possiamo amare il rosa oppure il nero e il bianco od anche tutte le sfumature dei colori che più si avvicinano al nostro gusto. 
Poi facciamo di tutto per mostrarci colte ed afficienti. Siamo ironiche e condividiamo battute con tutti e forse maggiormente con i maschietti...chissà perché...😁😉 
Se sono artista dimostro di conoscere bene l'arte, se sono giornalista posto articoli ed interviste, se sono insegnante sforno insegnamenti ed educazione, se scrivo libri lo pubblicizzo in qualche modo. 

Ma... 

Chi siamo veramente? Quanto di noi c'è di vero in ciò che pubblichiamo? E quanta insicurezza, in realtà, mostriamo di noi scrivendo sul web? 

In realtà pochi si cimentano su ciò che sanno in più rispetto a quel che hanno studiato, mostrato sul lavoro e per esperienza personale, nei rapporti altrui. 

Ecco perché spesso si cade vittima di persone che ti mettono a disagio e parlano contro di te alle tue spalle e vengono anche appoggiate fortemente escludendoti da ogni possibile condivisione d'amicizia. 

Ma se sei sicura di te stessa la cosa dovrebbe essere gridata ai quattro venti. 
E se le persone fossero realmente intelligenti, capirebbero chi seguire od allontanare. 

Metti che non leggi niente di ciò che dicono contro di te (ma gli altri sì) e ti vedi ormai isolata, perché non capita o creduta o chissà cos'altro... 

Se sei certa di chi sei ti accorgi di tutto ma non ti frega nulla. 
L'unica cosa che ti dispiace è che hanno creduto agli altri e non a te. 
Ed allora, forse, non serve a nulla continuare a fare affidamento su chi non ti apprezza. 
Ti affidi solo a te stessa e continui con la consapevolezza di essere sempre vera e di continuare a conoscerti e studiarti, fieramente, fino alla fine dei tuoi giorni. 

Spesso noi non allontaniamo nessuno. 
Invece sono gli altri che ci allontanano, perché credono di averci conosciuti con poche battute scritte nei messaggi. 
Per non parlare di chi fa in modo di chiedere spiegazioni sul perché di questo o di quello facendoci apparire sbagliati, insensibili e stupidi. 

Non importa, contiamo sempre su noi stessi e se vogliamo andare via lo facciamo e se vogliamo tornare o restare anche. 

Se qualcuno di valore ci legge e condivide i suoi pensieri con noi ce ne accorgiamo ed anche gli altri lo fanno e forse cambieranno idea e ci seguiranno ancora, forse desiderando conoscerci meglio e davvero. 

Mi fa sorridere tutto ciò perché mi sembra di stare farneticando, ma che mi frega di tutto questo? 

Chiedo perdono a chi invece mi segue con simpatia ed affetto. 
Siete persone che non criticano e non giudicano e siete anche colte e simpatiche e per fortuna selettive. 

Voi io ringrazio e per voi, oltre che per me, scrivo. 
Per concludere sono contenta di avervi mostrato tutto il mio egocentrismo. 
Almeno in questo modo sarete certi che non sono un robot e soprattutto che sono viva e che respiro e che penso e mi emoziono, oltre ad arrabbiarmi, esattamente come voi... 
Che non conosce se stessa ma tutti i giorni, con le parole, prova a scoprirne un pezzettino di più anche agli altri. 

Vi abbraccio e vi ringrazio tanto. Ciao. 




Gif dal web 

venerdì 19 ottobre 2018

Trovare soluzioni




Il lavoro. 
Il desiderio di cercarlo e di riuscire a trovarlo. 
Oggi come e più di ieri è molto difficile.  
Quindi i politici ci giocano sopra, facendo promesse inutili e senza alcuna soluzione. 
Non è una soluzione regalare soldi a chi non sa come fare per vivere. 
Perché non si incentivano, invece, concorsi pubblici senza limiti di età?  
Tutti possono partecipare e dimostrare di saper fare questo o quel lavoro, tutti possono affrontare prove orali e (per me molto più importanti) prove pratiche. 
Offrire esperienze lavorative per far conoscere un mestiere, magari  dallo Stato...ecco come sfruttare i soldi ed ottenere qualcosa di utile. 

Le soluzioni sono tante altre e forse non le conosciamo. 
Quali saranno, secondo voi, le proposte giuste? 

Fate come me e date dei validi suggerimenti. 
Magari, per puro caso, ci leggono e scoprono che abbiamo avuto delle ottime idee. 

Non so se le mie siano fattibili ma è sempre meglio che restare a guardare teatrini ed ascoltare promesse senza validità. 

Fatevi sotto amici e diamo un esempio a chi  non sa dove sbattere la testa per trovare una strada, sempre che ce l'abbiano...ahahahah... 

Ciao! 



Gif dal web 


mercoledì 17 ottobre 2018

Amicizia!?




Quando avevo delle amicizie ero sempre disponibile con tutti. 
Quando avevo delle amicizie era bello. 
Quando avevo delle amicizie parlavo sempre, parlavo di tutto ed ero spensierata e fiduciosa. 
Quando avevo delle amicizie ero timida ma non volevo si vedesse. 
Quando avevo delle amicizie credevo che il mio affetto fosse ricambiato. 
Quando avevo delle amicizie offrivo sempre il posto migliore al cinema o sul treno o tra i banchi di scuola. 
Quando avevo delle amicizie insegnavo agli altri ciò che avevo imparato. 
Quando avevo delle amicizie mi faceva piacere stare con loro, specie se vedevo e credevo mi apprezzassero tanto. 
Quando avevo delle amicizie sono stata sempre ingannata e tutto quello che in seguito ho ricevuto è stata indifferenza, derisione, allontanamento ed anche indegna al saluto. 
Non credevo che gli altri avessero colpe. 
Magari ero semplicemente io che non riconoscevo la realtà e mi facevo manovrare da tutti per mancanza di affetto o per orgoglio falso o perché neanche in famiglia ero compresa ed allora cercavo altrove riconoscimenti e mi illudevo di trovarne facendomi in quattro per gli altri, inutilmente. 
Adesso non so esattamente cosa stia accadendo, forse ancora vengo presa in giro ed ancora non  riesco a comprendere il mondo e la sua gente. 
Ma ora ne sono indifferente. 
Ho provato a correggere i miei sbagli. 
Le cose non sono cambiate, magari peggiorate e con maggiore consapevolezza. 
Quando avevo delle amicizie tutto era per interesse. 
Oggi è lo stesso. 

Ma ora so, finalmente, che la colpa non è assolutamente mia! 


Pia 


P.s.Non autobiografico 



Elaborazione grafica privata
Vietata riproduzione 

domenica 14 ottobre 2018

Son tua.




Quale sensazione può donare la serenità. 
Quando lo sguardo ti raggiunge... 
o quando vaga tra spazi offuscati. 
Ti perviene la tranquillità. 
Ma non sai perché. 
Il silenzio 
costretto ad essere. 
Non come infelice e vacuo. 
Esso è sì costretto 
ma giusto 
e perdona 
e ricambia 
una felice solitudine. 
In realtà è come liberato da inutili parole. 
Quieta 
attendo lo spezzarsi dell'incanto. 
Per ora godo 
e mi allontano. 
Erro... 

Serenità son tua. 


Pia 


Immagine dal web 


La vostra opinione



Sono andata a spulciare tra le mie vecchie immagini di profili ed ora sorrido perché allora non volevo inserire nulla di personale e  cercavo qualcosa che in qualche modo mi rappresentasse. 
Siccome amo immensamente il Fantasy, scelsi tra altri più romantici e forse realistici questa icona. 


Immagine dal web 


Secondo voi perché pensai che potesse rappresentarmi?