Come in un gioco di palloncini volanti
vo osannando i miei pensieri...tra il dire ed il faceto.


Lettori fissi

domenica 13 marzo 2016

O Primavera




Cedesti le tue fronde al mondo
O Primavera!
Lacrime versasti 
solo per poter
apparire rigogliosa e splendente.
Silenzio...
Fruscii di profumi
si inseguono leggeri nell'aria.
Sei tu 
che mi liberi il cuore?
Come poter ricambiare?
O Primavera...
Le palpebre si aprono
felici e gli occhi...
Non vedi? Risplendono.
La punta del mio dito
disegna
seguendo il profilo di ciò 
che bellezza non può spiegare.
Ora così serena
tempo senza tempo.
O Primavera.
Rimangini ferite
di un lungo Inverno.
Rinasci...
come in me le speranze.
Vita risvegli
ed intorno
tutto riprende.


Pia






2 commenti: