Come in un gioco di palloncini volanti
vo osannando i miei pensieri...tra il dire ed il faceto.


Lettori fissi

sabato 3 marzo 2018

Divertirsi cantando



È troppo divertente cantare. 
Lo facciamo tutti, anche chi dice che non lo farebbe mai...neppure morto...ahahahah...come se il morto potesse farlo! 😁 

La musica nella mia vita ha sempre avuto un posto speciale. 
La mia famiglia è strapiena di amanti del canto e del suono. I ricordi più belli dell'infanzia sono legati ad essi: mia nonna e mia mamma che cantano, mio zio che suona, gioia, serenità, festa... 

Poi con la "tecnologia" che avanza ed i vari giochi, con amici e parenti, abbiamo continuato a farlo. E sempre i momenti sono stati di gioia, serenità, festa e soprattutto unione. 

Quel raccogliersi in famiglia e con chiunque volesse condividere i divertimenti, sani e giusti, principi che non devono scomparire e che non prevedono, alcool, droga, musica da sballo e...conseguenze di incidenti stradali annessi. 

Oggi succede ciò e la colpa, meglio essere chiari, è della famiglia. 
Dove non ci sono altro che assenze giustificate dal lavoro, figli lasciati liberi di fare scelte senza avere un valido insegnamento morale ed ancora di più, fisico, di esempio. 

Come per esempio adulti che ridicolizzano chi prova a divertirsi cantando a squarciagola, nonostante non si abbiano doti vocali (secondo il loro discutibile parere). 
Ma in che mondo viviamo? Dov'è finita la semplice ironia e la voglia di divertirsi in libertà? Perché per me è questo il senso della parola "libertà". E per voi qual è?  

Se desiderate cantare con me, venitemi a trovare...Abbraccio e gioia a tutti. 
Ciao! 


Foto personale
Vietata ogni riproduzione