Come in un gioco di palloncini volanti
vo osannando i miei pensieri...tra il dire ed il faceto.


Lettori fissi

lunedì 25 settembre 2017

Paura



È difficile comprendermi.

Spesso ho paura.
Lo so tutti hanno paura e lo nascondono bene.
Forse anch'io cerco di nasconderlo, non so.
Ho paura.
Ed oggi lo dichiaro apertamente.
Non desidero con la mia presenza ledere.
Non voglio fare del male.
Se mi accorgo che ciò possa accadere, fuggo.
Mi allontano.
Mi autoelimino.
Preferisco non andare a fondo con una nuova amicizia.
Per fare un esempio. 
O non difendermi per una provocazione dettata dalla malvagità. 
Tra l'altro azione inutile per me. 

Ho un forte rifiuto in ciò che possa elargire sofferenza.

Spesso mi chiedo come è visto tale comportamento da altrui persone.
Forse appaio finta, fredda, insensibile, sciocca.
Ma non mi importa.
Quello che conta è altro, molto più profondo ed importante.

Mancanza di autostima dice qualcuno.
E sorrido.
So per certa che non è così.
Orgogliosa?
Spesso.
Testarda?
Qualche volta, prima lo era di più.
Permalosa?
Molto.
Perché mi accorgo sempre se mi si prende in giro, ma assecondo.

Raramente mi arrabbio.
Se lo faccio se ne accorge il mondo intero.

Se voglio chiarire lo faccio, raramente e con semplici parole.
Dirette e chiare.

Ma ho sempre paura.
E se è troppo intensa io non esisto più per nessuno.
Non diverrò certo famosa così.
Non mi conoscerà mai nessuno.
Ma sarò fiera di me.
Avrò conquistato, alla fine, qualcosa di molto più assoluto. 

Il mio essere! 

Anche così son certa...è difficile comprendermi.


Pia