Come in un gioco di palloncini volanti
vo osannando i miei pensieri...tra il dire ed il faceto.


Lettori fissi

martedì 11 aprile 2017

Nel vento



La cosa più errata che si possa fare è, per me, entrare in un gruppo per ascoltare le opinioni altrui. 
Inevitabile è l'essere influenzati e l'idea di ogni cosa non potrà mai più essere reale. 
Io cercherò in ogni modo di essere lontana da tutto ciò. 
Amo le mie idee ed amo il mio giudizio, potrei anche sostenere un'influenza esterna ma sarà solo perché è qualcosa già pensata in precedenza, nel mio io. 
Non frequento gruppi,  persone che manipolano la mente anche se inconsapevolmente. 
State attenti, ogni valutazione sia sempre e solo la vostra, personale ed unica. 

Lascio queste parole al vento...mio amico vero da sempre. 
Ciao! 

P.s. parlate con le persone, personalmente...grazie a tutti! 


Pia 






6 commenti:

Maurizio C ha detto...

Se i "gruppi" sono intesi come ambienti, se non proprio "organizzazioni", dove si va per parlare allora si, sono d'accordo con te, meglio starne alla larga.
Quel che conta, e che serve, è il confronto e l'ascolto dell'altro nella vita, nelle occasioni di tutti i giorni, che poi si sia in 2, 5, 10 persone è indifferente, l'importante è confrontarsi e darsi qualcosa reciprocamente, senza però prevaricare nessuno o "direzionarlo" dove non vuole essere direzionato :)

MikiMoz ha detto...

A che tipo di gruppi ti riferisci?

Moz-

Gus O. ha detto...

Qualche amico buono mi va, il gruppo crea solo confusione.
Ciao Pia.

Pia ha detto...

Quando dico "parlate con le persone personalmente" intendo "non spettegolare in assenza di..."
Se non c'è possibilità di difesa perché infierire?
Dico sempre che bisogna parlare...direttamente se è possibile. Altrimenti ci può essere un lieve sfogo ma deve finire lì. Ovviamente è un mio giudizio.
Ciao Maurizio, grazie!

Pia ha detto...

A tutti. Buonanotte Miki.

Pia ha detto...

Gus c'è confusione solo se l'intenzione è fare del male...
Gli amici non sono quelli che ti mettono a disagio e cercano di metterti in subbuglio la vita.
Gli amici sono quelli che non ti rendi conto che lo sono...perché con loro ci stai bene. I gruppi per questo proprio non servono. Ciao!