Come in un gioco di palloncini volanti
vo osannando i miei pensieri...tra il dire ed il faceto.


Lettori fissi

giovedì 7 dicembre 2017

Meglio la follia!




Perché è il coraggio che manca.
È follia? Non so...
Se vedi un'ingiustizia e non reagisci.
Se scopri il sotterfugio ma non ti esponi.
Se osservi ogni mossa, sai come uscirne 
e resti in silenzio.
Se conosci la verità ma ti mostri indifferente.
Se non aiuti, non il più debole,
 magari il più forte aggredito...
e lo sai benissimo. 
Se volti le spalle e vai via. 

Quando senti che qualcuno sta sbagliando. 
Quando l'attore "bambino" recita bene. 
Quando qualcuno prende in giro l'altro. 
Ti accorgi di una grande bugia 
e resti fermo, in attesa di chi? O di cosa? 
Quando fingiamo convinti 
dell'inesistenza dell'altro per gelosia 
o rabbia. 
Niente dialogo, niente scambi d'opinioni, 
nessun chiarimento. 

Sei senza coraggio 
inutile 
fallibile 
fermo ed immobile 
inesistente. 

Qualcuno direbbe: 
Sei intelligente 
sei una persona matura 
Sei stato/a diplomatico/a. 

Ed intanto 
hai distrutto una vita 
hai perso l'occasione di correggere 
hai voluto distruggere il futuro. 

Ed intanto ti sei sentito/a eroe. 

Povero/a ed illuso/a, 
falso/a intelligente. 
Meglio la follia! 


Pia  





10 commenti:

  1. Ah beh la follia sta bene con tutto. A prescindere!

    RispondiElimina
  2. Forse , certe volte, ci comportiamo così per il quieto vivere, per non entrare in contrasto con gli altri però non è certo la cosa migliore, di fronte a un'ingiustizia la cosa giusta è affrontarla con coraggio. Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mirtillo giusto, il quieto vivere o la volontà di non provocare inutili discussioni.
      Felice notte, ciao!

      Elimina
  3. sono d'accordissimo cara Pia, meglio la follia che l'ignavia!!!
    Un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, grazie Luigi, abbraccio.

      Elimina
  4. E' vero, il coraggio a me manca spesso. Non mi nascondo, è vero, sono pavido. Hai proprio ragione Pia: a volte, vivendo quelle situazioni, dico dentro di me: sono maturo, ma soprattutto sono stato diplomatico. Sono consapevole di questo mio atteggiamento sbagliato. Per questo non grido troppo alle ingiustizie del mondo: perché per farlo, bisogna contrastarle nella vita di tutti i giorni, nel nostro piccolo; per questo serve coraggio. E un pizzico di follia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto giusto Riccardo, grazie ed abbraccio grande!

      Elimina
  5. Consapevolezza e assunzione di responsabilità. I grandi assenti della nostra società.
    Abbraccio Pia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo Gus, grazie. Abbraccissimi!

      Elimina