Come in un gioco di palloncini volanti
vo osannando i miei pensieri...tra il dire ed il faceto.


Lettori fissi

sabato 16 dicembre 2017

Costruzioni a mezzanotte ed ancora



È mezzanotte e non hai sonno.
Prendi il tuo strumento musicale, non importa se ascoltano, non importa se sentono il dolore. 
Stonando intanto sogni...

Cambi.
Non hai lo stesso umore, non hai più lo stesso gradimento.
Ti volti.
Ecco forse ora ci siamo.
Ricambi il sorriso della grande Emily...
Lei mi da qualcosa di speciale.
Ha il profumo dei campi in primavera, ma anche, dei giovani bucanevi.
Candida levità.

- Hai presente quando la mente non riposa?
   Desidera, desidera, esplora, esplora, trova, trova, è felice, è felice.

Troppo veloce la lettura, conosciuta ed amata, ormai conclusa.

La Mezzanotte non è più.
Pencil...
Ahahahah...reminiscenze di vecchi studi.
Pencil...
Prendi in mano la pencil.
Ormai vedi già un volto.
Sorridente.
Forse devo correggere, lo fai.
Basta, non voglio concludere.
Devo pensare e scegliere bene.

Il volto ormai è lì da tanto tempo.
Aspetta un tuo ritorno.

Pia. 



Dal web