Come in un gioco di palloncini volanti
vo osannando i miei pensieri...tra il dire ed il faceto.


Lettori fissi

mercoledì 24 maggio 2017

Solo per me



Ho voluto dire al mondo che ci sono anch'io. 
L'ho fatto nei miei scritti 
nei miei silenzi 
nelle mie distanze 
nel mio agire. 
Ho cercato di urlalo 
ma non è servito. 
Poi ho cercato nuove strade 
ho sperato che servisse... 
ma è stato utile solo per me. 
Così ora starò 
in disparte 
o mi creero` il mio spazio. 
Solo ed unicamente 
per dire al mondo 
io ci sono 
ma non desidero più 
che voi lo sappiate. 
Perché non è più necessario. 

Io so che esisto 
e mi regalerò il mondo. 


Pia 

12 commenti:

  1. Bacissimi Gus!
    Mi fa piacere che ti sia piaciuto, ciao.

    RispondiElimina
  2. La scelta di tenere un blog nasce anche nel mio caso dalla consapevolezza di farlo "solo per me": si provano sentimenti, sensazioni e c'è la voglia di esternarli; oppure si legge un libro, si guarda una cosa in tv o si ascolta una canzone e si ha voglia di esprimere le proprie valutazioni.

    Purtroppo, nella maggior parte dei casi, non si riesce a trovare un interlocutore (la vita al giorno d'oggi è così frenetica e ricca di impegni che non c'è modo...e poi i trentenni di oggi tendono sostanzialmente sempre a parlare di lavoro), così per "sfogare" si mette tutto nero su bianco su una pagina del web.

    Oppure si ha una determinata passione che persone di cui ci circondiamo non hanno, allora si cerca in questo modo sul web qualcuno con cui condividere la propria passione e questo, per esperienza, è una cosa molto positiva.

    Da qui il contatto con gli altri blogger, la creazione di una rete, un qualcosa che personalmente mi sta dando un positivo appagamento.

    Al mondo ci siamo anche noi: possiamo urlarlo o possiamo stare più in disparte, però non totalmente in disparte, perché altrimenti sarebbe come tenere un diario personale e chiuderlo nel cassetto, questo è un male.

    Anche un silenzio poi è un modo di dire che ci siamo: perché se io non leggo post di un amico blogger, inevitabilmente penso a lui, mi chiedo cosa stia facendo, se abbia dei problemi o se sia semplicemente molto impegnato.

    RispondiElimina
  3. Riccardoooooo...
    Ma dico, hai tradotto in parole ciò che ho scritto in versi...sei magico tu! Ed hai anche aggiunto del tuo, grazie davvero di cuore.
    Io ultimamente scrivo, leggo, vorrei disegnare ma non riesco per mancanza di tempo (e non sai che sofferenza) e dico cavolate...
    Niente di nuovo direi,lo faccio per me e se qualcuno mi legge e forse approva ma anche non...io sono contenta perché ciò mi unisce al mondo.
    Abbracciooooo...

    RispondiElimina
  4. Davvero molto bella.
    Alla fine è necessario saperlo noi stessi, in primis.
    Hai ragione!^^

    Moz-

    RispondiElimina
  5. Cara Pia, "... lo faccio per me" come non condividere il tuo pensiero, solo questo conta anche per me. Ritagliarmi dei momenti solo miei, ascoltarmi e dare voce a ciò che sento. E questo non vuol dire isolarsi, anzi, ben venga anche chi condivide il mio pensiero. Il mio salotto è aperto! Ciao, un abbraccio Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Stefania...io trovo meraviglioso isolarmi ogni tanto...solo per me è con me.
      Abbraccio grande e...
      Amici iiiiiii...andate da Stefania perché è davvero speciale!!! Smaaaaacccckkkkk!

      Elimina
  6. Quante anime solitarie ! E' il nostro destino !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Maurizio, felice di leggerti.
      Hai ragione, sono tante...io vorrei un destino diverso.
      Abbraccio e grazie, buona giornata! :*

      Elimina
  7. Anche io Pia, in questi giorni, mi sono trovata a cercare di esternarmi in tutti i modi possibili; scrivendo, parlando, piangendo, stando zitta o urlando. Ed a volte sembra che nulla serva, che anche scegliendo opposti o vie di mezzo nulla faccia differenza. Vorrei mai proprio non riesco ad arrendermi all'idea di star immobile e lasciare che passi e che siano gli altri ad accorgersi che ci sono anche io..
    Non arrenderti neanche tu :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola cara, ti dico solo grazie...
      Cercherò di non farlo, abbraccio e bacio. Ciao.

      Elimina