Come in un gioco di palloncini volanti
vo osannando i miei pensieri...tra il dire ed il faceto.


Lettori fissi

lunedì 11 luglio 2016

Nel vuoto



A volte non si riesce a prendere sonno...
I pensieri si susseguono ed inseguono
senza sosta.

Vorrei essere come una moto
impazzita
spingere questi miei pensieri
senza limiti
oltre il suono del vento...
Dove d'improvviso
si forma
quel vuoto...
Senza suono
senza tempo
senza gravità.


Pia





4 commenti:

  1. Bisogna mettere al loro posto i pensieri in modo che non vengano a tormentarci.
    Ciao Pia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so Gus, è quello che sto provando a fare da una vita. La mia fatta di silenzi e nessuna spiegazione...
      Ma di notte è più difficile. Ciao e grazie.

      Elimina
  2. Ciao Pia, penso che i pensieri siano parte di noi, possiamo affrontarli a muso duro, "cavalcarli" sfruttandone la forza o cercare di comprenderne il significato, in ogni caso sono la nostra ombra e il nostro essere. La notte amplifica le sensazioni ma aiuta a comprendere l'incomprensibile, il giorno "rischiara" anche gli angoli che nelle ore notturne sono irrimediabilmente avvolti dalle tenebre.
    Siamo i nostri pensieri.
    Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dirti Romualdo,
      è come dici...la notte è più difficile evitare di pensare...
      Siamo i nostri pensieri, specie quelli inespressi.
      Ciao e sogni splendidi. Ti ringrazio.

      Elimina